La proprietà di un terreno con un’estensione considerevole all’interno del Parco delle Madonie e in particolare la posizione strategica di detto sito rispetto al più vasto mercato turistico siciliano ricco di siti naturalistici e di beni architettonici ma anche di tradizioni, miti e storia antica è stata l’origine della business idea sottostante il progetto.

Le considerazioni che hanno costituito l’input alla decisione di sviluppo del business hanno riguardato una duplice consapevolezza:

- L’estremo ed ancora inespresso potenziale del Parco delle Madonie quale polo di attrazione turistico-culturale e piu’ in generale delle aree interne di collina e di montagna.

- Il livello di offerta piu’ qualificata e significativa che l’area costiera nonostante la consolidata posizione quale “grande attrattore” per il turismo balneare, può e deve ancora raggiungere.

Ciò considerato la dotazione di un patrimonio di tipo ambientale, identi-tario e culturale, contraddistinto da elementi di unicità e posizionato strategicamente all’interno del mercato siciliano è stato percepito come irrinunciabile fattore di sviluppo che in termini di valorizzazione turistica si traduce nell’opportunità di:

- diversificare il prodotto offerto rispetto al tradizionale marino-balneare

- attivare meccanismi diffusivi verso le aree interne.

- creazione di un sistema che garantisce servizi e strutture competitive all’interno di una concorrenza interna-zionale e capace di sostenere il marino balneare in un ottica di fruizione integrata delle risorse regionali

- attirare anche il turismo balneare sfruttando la vicinanza al mare del sito e la possibilità di utilizzo di un lido per i mesi estivi ad uso esclusivo del complesso.

Tutte le sopra esposte considerazioni hanno portato all’implementazione della business idea all’interno del pro-getto Paghera.

Tutti i diritti sono riservati. E' vietata qualsiasi riproduzione anche parziale del sito e dei suoi contenuti. Piano economico finanziaro redatto da: Studio Errante